Dynamo Mipwr case: caricate a mano l’iPhone

1790
0
CONDIVIDI

Una nuova campagna Kickstarter vorrebbe impiantare il potere della ricarica wireless nel palmo della mano. Non é fantascienza, con la custodia Dynamo Mipwr e grazie al potere dell’elettromagnetismo il vostro iPhone potrà essere ricaricato senza cavi o batterie esterne. Com’é possibile? Quando il livello di carica é quasi a zero basterà estrarre la manovella a scomparsa sulla custodia e cominciare a girare, al resto penserà la fisica. La carica generata verrà letteralmente assorbita dalla batteria del telefono che si ricaricherà come per magia.

article-2432955-1847E7A700000578-416_634x384
La Dinamo Mipwr case opera attraverso un processo chiamato induzione elettromagnetica, che genera elettricità sfruttando il campo magnetico: un magnete nascosto all’interno della custodia e incapsulato con bobine di fili comincia a roteare quando si usa la maniglia esterna, il movimento crea energia che si trasforma voltaggio e ricarica la batteria dell’iPhone. É la stessa tecnologia impiegata  negli spazzolini elettrici o nelle torce, solo che nessuno -fino ad ora- aveva pensato ad un simile impiego sugli smartphone.

Sì ma quanto é efficace questo sistema? Abbastanza, un minuto di pompaggio vi permetterà di generare circa 30 secondi di conversazione. Questi sforzi produrranno carica sufficiente per effettuare una chiamata di emergenza o mandate un SMS. Potrebbe sembrare un grande sforzo con piccoli risultati ma consideriamo sempre che in certe situazioni anche un alito in più di autonomia salva la vita, e anche se l’estetica della custodia lascia a desiderare questa sicuramente raggiunge l’obbiettivo dell’utilità.

mipwr
La Dinamo Mipwr case é ancora in fase di sviluppo ma sarà presto disponibile ai consumatori; attualmente il prototipo é compatibile solo con iPhone 4/4S ma sono già pronti i disegni anche per iPhone 5. Il team di sviluppo Kickstarter ha dichiarato che la custodia sarà inoltre dotata, nella parte inferiore, di indicatori LED per la durata della batteria. Con poco meno di un mese di vita, questo progetto ha ancora molta strada da percorrere per raggiungere l’obiettivo dei 78 mila dollari.

Anche voi siete tra coloro sempre in crisi di batteria sul proprio iPhone?  Come valutereste questa nuova invenzione? Dite la vostra nei commenti qui sotto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS