Amburgo – Werder, il derby del nord è una sfida eterna

348
0
CONDIVIDI

In 51 anni di Bundesliga, Amburgo e Werder Brema sono le squadre aver disputato più campionati di tutti: 51 l’Amburgo (mai retrocesso) e 50 il Werder. In tutto le due “Regine del Nord”, si sono sfidate ben 98 volte, dando vita a sfide epiche come il 4-0 dell’Amburgo nel febbraio del 2011 e la vittoria dei “verdi” in trasferta 1-3 il 18 febbraio del 2012. Grandi, sono stati anche i protagonisti che hanno reso celebre la sfida tra due giganti del calcio tedesco, come Uwe Seeler (autore del primo gol il 12 ottobre del 1963), Franz-Josef Honig, Horst Hrubesch, Bremens Schutz (record di gol nei derby) e Rudi Voeller. In tutto ci sono state 31 vittorie Amburgo e 34 del Werder mentre la sfida è finita in parità 33 volte, con 148 reti segnate dai padroni di casa e 146 realizzate dai “Verdi” di Brema.

Stavolta non ci sarà molto spazio per lo spettacolo, vista la classifica difficilissima di entrambe le compagini. L’Amburgo ha subito in settimana anche il cambio allenatore, un motivo in più (o in meno) per invertire la rotta proprio nella partita più importante. Il Werder di Robin Dutt arriva alla sfida dell’Imtech Arena senza più le convinzioni di inizio campionato, dove nonostante un calciomercato risicato all’osso, aveva offerto prestazioni di grande solidità difensiva e tattica, stupendo tutti con due vittorie consecutive nelle prime due gare di Bundesliga. Mancherà l’argentino Di Santo, espulso contro il Francoforte, mentre il resto della squadra sarà a disposizione di un Dutt, che tra la partita di domani e la successiva contro il Norimberga, si gioca la panchina del Werder. In attesa del nuovo allenatore, il duo tecnico Cardoso-Addo, sta cercando di solidificare il gruppo promettendo una prestazione tutto cuore. Se non vincerà la paura di osare, Amburgo – Werder potrà regalare anche una gara piacevole e piana di gol.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS