Surface Phone: progetto cancellato dopo l’acquisizione di Nokia da parte di Microsoft

1661
0
CONDIVIDI

Microsoft negli ultimi anni ha cercato di rivoluzionare la propria storia e, dopo aver lanciato Windows 8 e il Surface lo scorso anno, avrebbe a breve potuto lanciare anche il Surface Phone, un terminale che poteva darle una mano a risolvere la crisi che sta vivendo.

Purtroppo però, l’acquisizione di Nokia ha richiesto un grande numero di risorse, non solo economiche e monetarie, ma anche di progettuali, accantonando così moltitudini di progetti che la società di Redmond avrebbe lanciato nei prossimi anni. Il Surface Phone rientra tra questi. Terry Myerson infatti, attuale vice presidente della divisione Operating Systems, era stato incaricato di supervisionare il progetto, in qualità di responsabile della divisione Windows Phone.

Microsoft aveva anche iniziato a sviluppare dei prototipi, per poi osservare i risultati e scegliere il modello più giusto per l’arrivo sul mercato. L’obiettivo era di commercializzare un terminale con il proprio marchio per spingere la diffusione di Windows Phone, esperimento provato già un anno fa proprio con il Surface.

Nel programma vi era l’intenzione di lasciare Nokia nei mesi successivi, fine 2013, se questa non avesse venduto secondo le aspettative di Microsoft, decidendo poi di sviluppare non solo un Surface Phone, ma vari altri terminali. Oggi il produttore finlandese possiede una quota di mercato superiore all’80%, ma la diffusione del sistema operativo non raggiunge il 5%.

Con l’acquisizione di Nokia però, tutto è cambiato. Infatti, ora, questi tipi di progetti saranno lasciati alla supervisione della stessa Nokia, mentre Microsoft si dedicherà esclusivamente al sistema operativo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS