Grinta Fink: “Dovremo graffiare, mordere e combattere”

65
0
CONDIVIDI

Sale l’attesa per la super sfida del Signal Iduna Park tra Borussia Dortmund e Amburgo. I padroni di casa, davanti al solito tutto esaurito di stagione, vogliono continuare a vincere per mantenere la testa della vetta solitaria. Jurgen Klopp non sottovaluta però l’impegno contro l’Amburgo, squadra di blasone ma che ha iniziato malissimo la stagione. Soprattutto i vice campioni di Germania dovranno stare attenti alle tante defezioni, perchè oltre al lungodegente Gundogan sono in forse le presenze di Lewandowski e Blaszczykowski senza contare Marco Reus che lunedì ha abbandonato il ritiro della nazionale per un’influenza intestinale.

Klopp comunque non scompone e da fondo a tutta la qualità della sua rosa, con Kehl che agirà da mediano al fianco di Bender e Sahin che potrebbe avanzare nei panni di trequartista. La sosta per le nazionali ha sicuramente penalizzato maggiormente il Borussia Dortmund, che prestato a livello internazionale oltre 12 giocatori. problemi diversi invece in casa Amburgo, dove regna un misto tra ottimismo e paura di tornare a casa con una goleada sulle spalle. La vittoria contro il Braunschweig ha dato fiducia  a tutto l’ambiente, che potrà contare sulla qualità del capitano Van Der Vaart (recuperato dall’infortunio) e che forse lancerà dal primo minuto il talento Calhanoglu. Resta in dubbio infatti Rudnevs (affaticamento) mentre saranno arruolabili Rincon e Jansen. In conferenza stampa Fink ha cercato di caricare l’ambiente a dovere:

“Se vogliamo fare una bella figura e magari prendere anche qualche punto, dovremo graffiare, mordere e combattere su ogni pallone. La differenza che c’è tra noi e il Dortmund va azzerata con la nostra voglia di vincere. ma stiamo attenti a non abbassare mai la guardia perchè rischieremmo molto”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS