Il viaggio di iPhone dalla fabbrica all’Apple Store

1890
0
CONDIVIDI

iPhone 5s è stato presentato due giorni fa, e la macchina distributrice di Apple ha cominciato a spedire i vari device in tutto il mondo. Ma come funziona questo complesso sistema?

Il processo inizia in Cina, dove i pallet carichi di iPhone sono spostati dalle fabbriche in contenitori non contrassegnati accompagnati da una scorta. I contenitori vengono poi caricati su camion e spediti via aereo , utilizzando anche vecchi mezzi militari russi.

Il viaggio si conclude nei negozi – non solo Apple Store – in cui la più grande azienda tecnologica del mondo fa un costante adeguamento della fornitura in base alla domanda. Così ha riferito una fonte anonima a causa della segretezza dell’intero sistema. L’intera operazione di distribuzione è stata curata da Tim Cook, prima che fosse designato come successore di Steve Jobs nel 2011. Il trasporto degli iPhone dalle fabbriche ai clienti è fondamentale per l’azienda di Cupertino: infatti metà del suo fatturato annuale deriva proprio dal prodotto di punta. Apple si basa anche su un picco di vendite dopo il rilascio di un prodotto, infatti ha venduto più di 5 milioni di unità nel fine settimana di debutto per iPhone 5 l’anno scorso.

yanofsky_quarterly-units-iphone

“E’ come la prima di un film”, ha dichiarato Richard Metzler , presidente della FedEx e di altre aziende di logistica . “Tutto deve arrivare nello stesso istante e ovunque”.

Quest’anno Il compito è ancora più difficile, con due nuovi modelli di iPhone, di cui uno – iPhone 5c – in più colori .La società ha firmato un accordo con NTT DoCoMo in Giappone ed è molto vicina a concludere anche con China Mobile, aumentando il numero di clienti raggiungibili di svariati milioni. Qualsiasi errore può significare la perdita di vendite o un aumento dei costi.

Le operazioni di logistica di Apple sono controllate da Michael Seifert ,un veterano di Amazon.com, che è entrato in azienda nel 2010, e che riferisce direttamente a Jeff Williams, vice presidente senior delle operazioni di approvvigionamento della società.

La logistica per un nuovo device iniziano mesi prima che venga svelato. Apple prima coordina voli e camion per spostare i componenti dai fornitori degli impianti di assemblaggio in Cina. Poi dei team composti da persone di vari reparti – vendite, marketing , operazioni e finanza  – collaborano per prevedere quanti dispositivi l’azienda pensa di vendere. La stima interna è cruciale. Un esempio di come questa possa essere importante è la recente svalutazione di Microsoft a causa del tablet Surface rimasti invenduti, infatti ha perso così 900 milioni di dollari.

Il software invece è tutta un’altra cosa, vi sono molti più passaggi. Una volta che la previsione è fatta, milioni di iPhone sono prodotti. I device rimangono in Cina, mentre il team del software di Apple presso la sede centrale termina il lavoro sul sistema operativo iOS da eseguire sul dispositivo, ha detto un ex manager di Apple, che non vuole essere nominato. Una volta che la versione finale è terminata, il software viene caricato sui telefoni. Prima della presentazione formale di Apple sul palco, gli iPhone vengono spediti ai centri di distribuzione in tutto il mondo, seguiti costantemente dal personale della sicurezza per garantirne la segretezza. FedEx utilizza Boeing 777 per il trasporto, secondo Satish Jindel, un consulente logistico – industriale e presidente di SJ Consulting Group . Quegli aerei possono effettuare il volo di 15 ore dalla Cina agli Stati Uniti senza rifornimento. I 777 possono trasportare circa 450.000 iPhone con un costo di noleggio di circa 242 mila dollari, di cui la metà in combustibile. Dieci anni fa gli iPod sono stati trasportati anche con un vecchio aereo militare russo.

Una volta che  iPhone sarà in vendita, Apple dovrà gestire il flusso di ordini degli utenti in cerca di un colore specifico, la dimensione della memoria e anche le incisioni. IPhone 5s sarà disponibile in tre colori e iPhone 5C in cinque. Gli ordini online sono ricevuti dalle fabbriche in Cina , dove i lavoratori personalizzano gli smartphone e li caricano per essere trasportati in tutto il mondo.

Una volta finito il periodo di lancio poi avviene un debriefing in azienda, dove si commenta cosa è andato storto e cosa no.

Il lancio di iPhone 5s e 5c è previsto per il 20 settembre in USA, Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, Giappone, Singapore e UK, mentre in Italia solo da fine anno.

fonte | Bloomberg

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS