Apple: tonfo a Wall Street dopo la presentazione di iPhone 5s e 5c

1232
0
CONDIVIDI

Apple non si trova nel miglior periodo della sua storia, con critiche provenienti da tutto il mondo e vendite che non rispecchiano le aspettative della dirigenza. La crisi si nota anche quando, il giorno dopo la presentazione di iPhone 5s e 5c, il titolo della società a Wall Street cala del 6%, scendendo al di sotto della soglia dei 500$ e stabilizzandosi intorno alla cifra di 465,00$ ad azione. Le azioni Apple sono importanti anche per il fatto che sorreggono un paese come gli Stati Uniti d’America, che ha bisogno di una spinta dalle proprie società di spicco per l’andamento del proprio titolo: il Nasdaq, il quale è agganciato anche ad aziende del mondo informatico, come Google, Microsoft e IBM.

Il titolo Apple è quindi uno dei più importanti in America e il suo calo, sopratutto così drasticamente netto, comporta disagi per tutti i titoli degli USA. Il problema principale sono sicuramente i prodotti presentati, iPhone 5s e iPhone 5c, che hanno attirato più critiche che elogi, non solo dagli analisti del settore, ma anche e sopratutto dalla stampa e dai consumatori, due categorie fondamentali per la società di Cupertino, poiché sono loro a decidere il destino della società.

Schermata 2013-09-11 alle 17.48.51

La stampa è forse il mezzo che, con la pubblicità, mostra di più i prodotti ai consumatori finali, risultando una sorta di promozione non voluta, la quale però, può fare l’effetto contrario in caso di critiche. Infatti, il disagio maggiore dei consumatori proviene proprio dai commenti che essi hanno fatto sui social network e nei siti dedicati, descrivendo i prodotti come poco innovativi e troppo costosi.

Il calo in borsa, il giorno dopo la presentazione, dipende anche da questo, poiché le quotazioni salgono e scendono anche per la nomea che la società si crea in un certo periodo storico. Purtroppo Apple non si sta facendo una buona pubblicità lanciando prodotti ad alto prezzo e con limitazioni di innovazione, che anche se interessanti per molti, non fanno che abbassare ancora di più il titolo a Wall Street, sottolineando la crisi che pian piano si fa sempre più pesante sulle spalle di Tim Cook.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS