Donati: “Voglio vincere con il Bayer. Tornare all’Inter? Non si sa mai…”

449
0
CONDIVIDI

“L’Inter rimarrà sempre nel mio cuore, sono arrivato a giocar in prima squadra nell’anno del triplete con Mourinho, un emozione grandissima. Ad Appiano Gentile ho avuto l’onore di allenarmi con giocatori come Zanetti, un esempio per tutti i giovani, e Maicon che da sempre è stato il mio idolo e il terzino a cui mi sono ispirato”.

Queste alcune delle dichiarazioni rilasciate da Giulio Donati in un’intervista esclusiva con i colleghi di Eurosport. Il terzino italiano, che in estate ha lasciato l’Inter e la Serie A per la Bundesliga, si sta ambientando nella nuova realtà che ha scelto per proseguire il proprio percorso di crescita professionale: il Bayer Leverkusen. Tra i tanti argomenti toccati nel corso dell’intervista Donati ha anche ribadito il perché della sua scelta di lasciare il club nerazzurro e l’Italia:

“Non sono deluso anche perché venendo in Germania avrò l’opportunità di giocare in Champions League, Piero Ausilio è sempre stato chiaro con me e mi ha aiutato molto durante la mia crescita, ora sono concentrato sul mio lavoro al Bayer poi magari in futuro potrei tornare a casa, sarebbe un sogno”.

Per ora, però, la concentrazione di Donati è tutta sulla nuova avventura, sull’ambientamento in una nuova realtà, sull’opportunità da non fallire che avrà con la maglia rossonera e sulle differenze tra il nostro calcio e quello tedesco, ormai un punto di riferimento al quale guardare per cercare di risollevare le sorti del nostro movimento calcistico:

“Ho imparato le parole essenziali per giocare, per il resto me la cavo con l’inglese anche se tutti mi hanno accolto benissimo e mi stanno aiutando ad inserirmi – ci spiega il giovane terzino italiano – In Germania viene curato tutto, qualsiasi particolare è studiato e migliorato per permettere a chi lavora nel calcio di rendere al massimo. Qui nulla è lasciato al caso, è tutto al top. L’Italia dovrebbe prendere esempio. Spero di far bene qui al Bayer, poi se farò bene potrei anche aspirare a un posto in Nazionale e – chissà – magari un giorno potrei anche tornare all’Inter”.

Il video dell’intervista a Giulio Donati

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS