Microsoft: “Xbox One vale molto più di quanto pensate”

752
0
CONDIVIDI

A pochi giorni di distanza dalla fine della Gamescom 2013, Microsoft si rifà avanti, svelando non solo gli obbiettivi primari per la propria Xbox One, ma promettendo ai giocatori di tutto il mondo che quei 100 euro di differenza con PlayStation 4 hanno un loro perché.

Durante un’intervista rilasciata a Gamespot UK, Albert Pennello, ha fatto il punto della situazione, facendo intendere che ben presto Microsoft attuerà delle politiche di marketing più efficaci, affinchè i consumatori capiscano perché il prezzo è così elevato rispetto a PlayStation 4 e, soprattutto, che Xbox One offre una esperienza di gioco nettamente superiore, basata sull’innovazione e il divertimento.

Queste le sue parole:

“Sta a noi dimostrare che la console vale 100 dollari in più. E penso sia così. Noi facciamo di più, i nostri giochi sono migliori; credo che non appena le persone inizieranno a provare l’esperienza Kinect e vedere cosa si può fare usando la voce, penso che questo sia migliore. Lo stesso vale per la possibilità di avere il sistema all in one con la TV. E poi noi abbiamo il servizio online più bello in assoluto. Insomma, credo che avremo un sistema più performante degli altri”.

Le parole spese non terminano qui. Infatti Pennello ha parlato anche di Illumiroom, la nuova tecnologia rivoluzionaria di Microsoft, presentata a gennaio durante il CES 2013, che potrebbe cambiare radicalmente il modo di videogiocare, portando il gioco direttamente dentro la nostra stanza:

“IllumiRoom è una cosa fantastica, ti permette un’esperienza di gioco unica nel suo genere, tuttavia l’hardware richiesto per tale sistema è, ad oggi, estremamente costoso, si arriva a parlare di migliaia di dollari. Abbiamo pensato molto alla possibilità di integrarlo sulla nostra nuova console, Xbox One, ma il costo sarebbe stato altissimo, di conseguenza non credo che tale sistema sarà rilasciato nell’imminente futuro”.

Insomma, Microsoft è famosa per la sua presunzione, ma speriamo che ciò non la porti fuori strada nei prossimi anni, cosa che purtroppo ha fatto sino ad ora.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS