Combattimenti mortali tra aquiloni

182
0
CONDIVIDI

Pensando agli aquiloni probabilmente vi vengono in mente immagini innocenti di spensieratezza, allegria ed innocenza. Ma in alcuni paesi del mondo possono essere delle armi mortali.

In paesi come Pakistan e Afghanistan gli aquiloni sono una sorta di sport nazionale. Il gioco più diffuso è quello di cercare di abbattere l’aquilone avversario usando il proprio. Per fare questo, però, gli aquiloni vengono spesso “elaborati”, nel migliore dei casi mettendo della carta abrasiva sugli angoli dell’aquilone. Ma in alcuni casi si arriva ad usare corde di metallo per controllarli e a dotarli di lame.

Fino a qualche anno fa, in Pakistan si teneva una grande manifestazione di combattimento tra aquiloni in occasione del Basant Festival, con centinaia di migliaia di partecipanti. La densità di aquiloni “armati”, nonché di “manovratori” e di spettatori, rendeva però quasi inevitabile il verificarsi di gravi incidenti. Un aquilone fuori controllo poteva ferire decine di persone in modo grave. Nel 2004, nove persone sono morte in seguito a questi incidenti, portando all’abolizione della manifestazione.

Nel 2007 però la gara è ripresa, con le autorità che avevano proibito l’uso degli strumenti più pericolosi sugli aquiloni, ma senza esito: il risultato è stato di dieci morti (la maggior parte quasi decapitati dai cavi di acciaio degli aquiloni) e un centinaio di feriti. Anche l’abolizione della gara parò non ha avuto successo, dato che sono state organizzate competizioni abusive, che nel 2009 hanno portato a undici morti e circa cento feriti.

fonte | notizie

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS