Vince il Bayern di misura, Wolfsburg e Hoffenheim da applausi

58
0
CONDIVIDI

 

Altra pioggia di goal e spettacolo nella seconda giornata di Bundesliga. Un Wolfsburg rigenerato dall'”effetto Luiz Gustavo”, travolge senza appello uno Schalke in crisi di gioco e di risultati. Un 4-0 che che il tecnico dei “lupi” Hecking non immaginava neanche nel più bello dei sogni, arrivato grazie ad un secondo tempo superlativo in cui il Wolfsburg ha annichilito gli avversari con un pressing asfissiante e giocate di classe. Tutte molto belle le reti di Knoche, Vierinha, Naldo e Kutschke. Crisi nera per Keller e il suo Schalke: 7 reti subite in due gare, sono molto più che un campanello d’allarme. Difesa colabrodo, attacco sterile (senza Huntelaar nella ripresa non c’è stato un tiro in porta) e un centrocampo che non inventa nonostante il ritorno di Draxler. Heldt ha ancora mezzo mese per tornare sul mercato e sistemare la squadra. Stesso discorso per un Amburgo disastroso. Un‘Hoffenheim meraviglioso trova al Imtech Arena la prima vittoria della sua storia ad Amburgo, travolgendo una compagine di casa assente e imbarazzante in difesa anche nei suoi uomini migliori come Westermann e Jansen. I biancoblù di Gisdol sono invece la più bella sorpresa di questo torneo: veloci, tecnici, micidiali in contropiede grazie alle reti di Modeste (doppietta e terza rete in due gare per lui), Volland e Firmino (2). L’ottimo lavoro svolto da Gisdol nelle ultime e difficili giornate della scorsa stagione, stanno portando i loro frutti. Vince di misura il Bayern Monaco a Francoforte, grazie ad una bella rete di Mandzukic e prolunga la sua serie di imbattibilità portandolo a 27. Per Guardiola di buono c’è solo il risultato, visto che l‘Eintracht ha bloccato i bavaresi a centrocampo (assente Thiago) andando vicina al pareggio per ben tre volte. In verità la rete era anche arrivata ma l’arbitro ha annullato la rete di Alex Meier per un fuorigioco inesistente. Rinviato l’atteso esordio di Götze rimasto per tutto il tempo in panchina. Vittoria importante anche quella del Bayer Leverkusen a Stoccarda, grazuie ad un’autorete sfortunata di Schwaab.Gli uomini di Hyypia non sono apparsi belli e veloci come sempre, colpa anche di uno Stoccarda ben organizzato ma ancora molto sterile in avanti. Vola invece il Mainz, che vince il delicato confronto diretto di Friburgo grazie alle reti di Zimling e Muller (terza rete in campionato anche per lui). Per i ragazzi terribili di Tuchel sono 6 punti in due gare. Altro successo di misura ma meritatissimo, è quello del Werder Brema di Robin Dutt, che vince per 1-0 contro l’Augsburg con una bella rete di Ekici da fuori area. I “verdi”, con poche fronzoli e molta sostanza, stanno stupendo tutti quanti con un inizio di torneo che ricorda Werder di altri tempi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS