Viber: gli hacker riescono a raggiungere perfino l’App Store

1380
1
CONDIVIDI

Pochi giorni fa, la nota app di messaggistica e VoIP multipiattaforma Viber è stata oggetto delle poco lusnghiere attenzioni degli hacker. Il The Hacker News ha scritto che una parte del sistema e il sito del supporto tecnico erano stati preso d’assalto e portati offline.

La pagina modificata di Viber all’interno dell’AppStore, porta la firma della Syrian Electronic Army, ed è rimasta online per qualche ora, recitando così:

“Cari utenti Viber vi stiam0 spiando e studiando. Non siamo stati in grado di scardinare tutti i sistemi Viber, ma la maggior parte di essi sono progettati per spiare e tracciare”.

La società ha quindi inviato un sostanzioso comunicato stampa. Tradotto nella nostra lingua, il testo dice:

“Oggi il supporto Viber è stato smantellato dopo che un impiegato Viber è sfortunatamente caduto nella trappola tesa da un’email contenente un attacco phishing. L’attacco ha consentito l’accesso a due sistemi minori: il pannello di supporto clienti e un sistema di amministrazione del supporto. Ci preme molto enfatizzare un punto: nessun dato sensibile è stato esposto; e i database di Viber non sono stati violati. Tutte le informazioni sensibili e private sono tenute in un sistema sicuro cui non è possibile accedere attraverso questi tipi di attacchi”.

La situazione nelle ultime ore sembrava risolta, ma scavando più in profondità, Peter Wells, ha fatto una scoperta che solleva qualche dubbio. Come potete vedere dallo screenshot qui sopra, anche la descrizione dell’App Store ha subìto una manomissione. Interrogata su questo punto specifico, tuttavia, Viber non ha ancora rilasciato dichiarazioni ufficiali.

fonte | 9to5mac

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • The Viper

    Cracker non hacker è diverso