Favre si gode il suo Borussia: “a M’gladbach si fa il futuro”

120
0
CONDIVIDI

Sorridente, felice e voglioso di cominciare la nuova stagione. Il tecnico del Borussia M’Gladbach, Lucien Favre, ha lo spirito e la voglia di un ragazzino. Dopo una campagna acquisti di grandissimo spessore, il tecnico svizzero è convinto che i “puledri” possano recitare un ruolo da protagonisti in campionato, riconquistando un posto in Europa e soprattutto nelle prime posizioni della Bundesliga.

Intervistato dal quotidiano Derwesten, Favre analizza la campagna acquisti, il lavoro svolto nel ritiro di Tegernsee, i giovani gioielli della sua rosa e naturalmente carica l’ambiente già in vista della prima difficile partita contro il Bayern Monaco:

“abbiamo lavorato molto in questo ritiro per essere al meglio alla partenza. Il 3-0 contro il Norimberga, al di la del risultato, mi ha dato risposte importanti sotto il profilo della condizione fisica. Sono estremamente soddisfatto della squadra, anche perchè in avanti con Hermann, De Jong, Kruse e Raffael, avremo più velocità e imprevedibilità. Il Ds Eberl ha svolto un lavoro eccezionale sotto tutti i punti di vista. Oltre a loro però, il cui valore si conosce, credo e spero che sia la stagione dei nostri giovani più importanti, come Kramer e Hrgota, chiamati ad un campionato sopra le righe. Li ho visti benissimo in ritiro e punterò molto su di loro. Ho parlato anche con Xhaka, spiegandogli quello che lo sorso anno non è andato bene. Lo vedo molto carico e maturato, sono sicuro che questa stagione farà meglio”.

L’obiettivo del Borussia è chiaro, fare meglio della scorsa stagione. Oltre a questo però, Lucien Favre vuole continuare a costruire una squadra di valore per i prossimi anni, capace magari di ripetere le gesta del Borussia Dortmund:

a M’Gladbach stiamo costruendo una squadra giovane che guardi al futuro. Non abbiamo fretta perchè vogliamo crescere bene. Già dalla prima gara contro il Bayern Monaco non vogliamo sfigurare, anche se loro sono fortissimi ed hanno già capito molti aspetti del sistema di gioco di Guardiola. sarà dura ma noi non abbiamo nulla da perdere”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS