Chloe: la donna che vuole essere disabile a tutti i costi

165
0
CONDIVIDI

Chloe Jennings-White è una donna di 58 anni di Salt Lake City, nello Utah, che da quando era bambina ha smesso di utilizzare le sue gambe. No, non ha alcun tipo di problema motorio. Si tratta di un disturbo psichico chiamato BIID (Body Integrity Identity Disorder), una condizione psicologica nella quale il malato non accetta il suo corpo perché non corrispondente all’immagine mentale che ha dello stesso.

La donna è quindi su una sedia a rotelle, anche se le sue gambe funzionano perfettamente. Oggi la donna chiede un intervento chirurgico che la renderà effettivamente disabile, tramite il taglio di un nervo sciatico femorale. Chloe è disposta ad offrire ben 16.000 dollari per tale intervento. Un medico si è fatto avanti, e a lui la donna ha detto:

So che non potrò mai più tornare indietro ma so, veramente e profondamente, di non pentirmene qualora ci riuscissi.

Tutto cominciò all’eta di 4 anni, quando Chloe vide sua zia camminare con delle stampelle a causa di un incidente. La giovane Chloe da subito si innamorò di quelle stampelle, a tal punto da non poterne più fare a meno. Da allora cominciò a procurarsi volontariamente ferite alle gambe tramite indicenti in bicicletta. Ancora oggi la donna spera di subire un incidente che gli impedisca di camminare, una volta per tutte. Per rendere più probabile il verificarsi di tale incidente la donna pratica costantemente gli sport più estremi.

fonte | Yahoo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS