Statina trasforma qualsiasi superfice in un touch screen

1927
0
CONDIVIDI


I ricercatori della Nanyang Technological University di Singapore stanno cercando di commercializzare un sistema low-cost in grado di trasformare qualsiasi superfice (finestre, tavoli e lavagne in legno) in display touch screen interattivi. “Ciò significa che, in futuro, si potrebbe giocare con il computer o disegnare schizzi sulle pareti o finestre di casa in quanto quasi tutte le superfici saranno sensibile al tocco grazie al nostro sistema” -ha dichiarato il professor Andy Khong della N.T.U.-

Andy_Khong_NTU

A differenza del sistema progettato da Intel, pioniere in questo mercato, che utilizza una telecamera per monitorare i tocchi, il sistema S.T.A.T.I.N.A – Speech Touch and Acoustic Tangible Interfaces for Next-generation Applications, dell’Università di Singapore, si basa su sensori di vibrazione: ogni volta che la superficie viene toccata le vibrazioni generate creano un’ondulazione di segnale che va a colpire i sensori. Calcolando poi la differenza di tempo impiegato dalle vibrazioni per raggiungere i sensori, il sistema individua la posizione dove il tocco ha avuto luogo. In questo modo i sensori potrebbero lavorare addirittura su un’immagine proiettata al muro. Statina rappresenta un’opzione in più, una vera rivoluzione.

statina-touchscreen-flat-surface-2

Più conveniente delle lavagne elettroniche, che possono costare oltre 1.000 $ e richiedono schede specializzate o penne input, il sistema Statina “ricicla” le normali lavagne equipaggiandole con particolari sensori di vibrazione, permettendo così -ad esempio- di disegnare con un normale pennarello o un dito su una superficie non interattiva. I sensori possono anche essere installati su qualsiasi TV esistente o computer per trasformarli in display touch screen. Un sistema – questo – che dona nuova vita alla vecchia elettronica.

Khong e i suoi colleghi ricercatori hanno testato i sensori su legno, alluminio, acciaio, vetro e plastica. Ora stanno lavorando per rendere il sistema più compatto, incorporando anche delle webcam per permettere ai sensori di monitorare contemporaneamente tocchi multipli. Recentemente hanno ricevuto una concessione di 250.000 $ dalla National Research Foundation per produrre un prototipo di questa impressionate tecnologia touch screen veramente capacitiva.

fonte | gigaom

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS