Mkhitaryan: “ripagherò il Borussia di ogni centesimo speso”

119
0
CONDIVIDI

Anche nel ritiro di Bad Ragaz, il vero idolo è lui, Henrikh Mkhitaryan. Il nuovo numero dieci del Borussia Dortmund è il più richiesto per foto e autografi. Tutti lo cercano e tutti lo aspettano in campo contro il Bayern Monaco. “Henri” però, così come lo chiamano i compagni, è un ragazzo umile e silenzioso, no tatuaggi, no creste. che non ama le luci della ribalta e vuole solo lavorare per fare meglio. Le sue prime parole al sito ufficiale della società, sono state quelle di un ragazzo quasi stupito da tanta celebrità: “non è facile entrare in una nuova squadra, in un nuovo campionato e soprattutto con queste attese. Il mio obiettivo è quello di ripagare la società di ogni centesimo che ha speso per acquistarmi.   Mi dispiace anche per questi 27 milioni di euro, ma non è colpa mia se sono costato così tanto”.

Per mesi è rimasto conteso tra le migliori squadre d’europa, salvo poi scegliere deciso il Borussia: “si vero, fino alla fine mi voleva anche il Liverpool. Ho scelto il Borussia perchè qui è il presente e il futuro. Il Liverpool ha un grande passato ma qui a Dortmund c’è un presente bellissimo. Ho scelto per questo di venire a Dortmund”. Mkhitaryan viene da una famiglia interamente impegnata nel calcio, con la mamma che lavora in nazionale armena, la sorella negli uffici UEFA. A sette anni perse il padre, momento bruttissimo che però lo fece crescere già tantissimo: “sono un ragazzo con la testa sulle spalle. Ho avuto la fortuna di avere delle persone intorno a me che mi hanno aiutato tanto. la stessa cosa è successa qui al Borussia Dortmund, dove ogni persona dello staff e non, si prende cura di me come fossi un veterano”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS