Microsoft, ecco come Steve Ballmer l’ha riorganizzata

1051
0
CONDIVIDI

Steve Ballmer, CEO di Microsoft dal 2008, ha finalmente reso pubblica la riorganizzazione interna di cui si discute da molto che vede modifiche sostanziali nei ruoli dei dipendenti della società. Dopo questo “riallineamento”, così come l’ha definito il numero uno di Microsoft, non troveremo più le classiche divisioni in base al sistema operativo, come Windows, Windows Phone, Xbox, Skype, ecc., ma invece gruppi di lavoro che operano contemporaneamente su tutti i prodotti dell’ecosistema.

Troveremo quindi Terry Myerson, che prima guidava la divisione Windows Phone, a capeggiare un gruppo (“operating systems engineering“) che si occuperà di tutti i sistemi operativi in sviluppo, da Windows a Xbox OS.

Un altro cambiamento sostanziale è la creazione di una divisione dedicata all’hardware, quindi a Surface, Xbox e strumenti legati ai PC, il cui leader sarà Julie Larson-Green.

Altri nuovi settori interni importanti saranno quelli che riguardano il marketing e le campagne pubblicitarie, lo sviluppo business, la gestione delle partnership (con Nokia per esempio) e la gestione della finanze.

Qualcuno dovrà anche abbandonare la compagnia; parliamo di Kurt DelBene, che da leader della divisione Office va in pensione.

Questi sono i principali cambiamenti interni che verranno applicati a Microsoft; per noi consumatori di prodotti probabilmente non cambierà niente, ma lo scopo di Ballmer è quello di rispecchiare i cambiamenti fatti dal suo arrivo, che comprendono i nuovi sistemi operativi, i nuovi loghi e più in generale la nuova concezione dei prodotti e servizi offerti.

fonte | The Verge

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS