Omega 3, troppo aumenta il rischio di tumore alla prostata

124
0
CONDIVIDI

Un recente studio sul consumo di integratori alimentari di Omega 3 ha messo in risalto come questi aumentino del 70% nelle persone che li assumono, la possibilità di sviluppare il tumore alla prostata.

La notizia riporta i pareri dei medici che mettono in guardia contro il consumo di pastiglie a base di Omega 3 e suggeriscono di non consumare più di 2 o 3 pasti a settimana che comprendano pesce grasso, come salmone e sgombro. Il team di medici del Fred Hutchinson Cancer Research Centre di Seattle ha messo in guardia sulla questione:

Non è stato dimostrato che assumere integratori sia di beneficio alla salute, e anzi, si sta dimostrando che la loro assunzione potrebbe essere nociva alla salute

Tuttavia Hutchinson fa anche notare come nel pesce ci siano delle componenti molto salutari e che quindi l’incoraggiamento non è ad evitarlo completamente ma di assumerne con moderazione, e soprattutto limitare il consumo di integratori più che del pesce in sé.

fonte | ilsussidiario

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS