Viber vuole diventare un operatore internazionale

1709
0
CONDIVIDI

Viber – la famosa azienda di VoIP – ha appena confermato che vuole diventare, e tra breve lo diventerà, un “Call Terminator”.

Ma cos’è un Call Terminator? E’ quell’azienda/ente che offre l’ultima parte delle tre di cui è composta un normale sistema di comunicazione internazionale: è la parte più costosa, soprattutto per i costi materiali dei cavi sotterranei e sottomarini. Viber guadagnerebbe quindi da ogni chiamata internazionale fatta da e verso gli operatori con cui ha stretto accordi – ancora pochi, per ora – fornendo questo nuovo servizio: è probabile che Viber offrirà agli operatori e, quindi, agli utenti, dei costi minori, soprattutto integrando le proprie chiamate internazionali con il servizio già attivo di messaggistica VoIP, guadagnandoci inoltre dalla tassa di terminazione che viene pagata ogni volta.

Infatti la chiamata tra utenti Viber attraverso un “ramo internazionale” di Viber sarà gratuita, secondo il CEO Talmon Marco: la app stessa controllerà se l’utente chiamato ha anche lui Viber, se è on-line e se la linea è abbastanza buona da consentire un qualità ottima del VoIP, per poi effettuare la chiamata, o attraverso la linea standard o attraverso il VoIP.

Il test di questa tecnologia è già stato avviato, ma su scala ridottissima: solo lo 0,0002% degli utenti Viber la utilizza, quindi circa 400 persone, ma le loro chiamate si sono già rivelate più lunghe della media riscontrata nelle chiamate standard internazionali. Marco ha già anticipato che allargherà questo test, e saranno aggiunte anche delle funzioni extra a pagamento, e anche la possibilità di rifiutare le chiamate ricevute attraverso questo sistema.

fonte | TechCrunch
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS