Inside Video Games: i videogiochi visti dall’interno

1224
0
CONDIVIDI

Sembra quasi assurdo dirlo, ma oggi abituati ad una tecnologia sempre più evoluta, a dispositivi portatili sempre migliori e più potenti, dire che la tecnologia a volte si guarda alle spalle tornando al passato per utilizzare certe funzioni non ha senso. Un esempio che confermano questa tendenza sono i videogiochi con il retrogaming . I videogiochi indie presenti sugli store on-line ci permettono ancora oggi di giocare in 8 bit utilizzando una Xbox 360.

I realizzatori di videogiochi consapevoli di questa tendenza, inserisicono pixel ovunque per richiamare il passato, come per esempio nel film Ralf Spaccatutto. Un progetto interessate con un ottima miscela di questo tipo di arte videoludica arriva da Metin Seven meglio conosciuto come Sevenheaven che ha creato Inside Video Games. Sfruttando al meglio le tre dimensioni Seven riesce a svelarci cosa accade dentro ad un videogioco. In questo nuovo gioco veniamo trasportati in una nuova realtà dentro al monitor del coin-op scoprendo quale mondo si cela dietro quel vetro bombato. Il tutto in compagnia di personaggi famosi del mondo videogames come Space Invaders, Donkey Kong, Dig Dug.

Metin Seven inserisce anche, con un po’ di ironia, un Mario a fine carriera caduto ormai nell’alcool, sul muro troviamo anche un quadro con Peach che chiede aiuto a Pac-Man che accerchiato da due fantasmini non sa più dove andare.

fonte | wired

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS