Ecco perché Sony e Microsoft hanno scelto AMD per le loro console

1952
0
CONDIVIDI

Le due nuove console più attese, la PlayStation 4 e la Xbox One, sono state svelato da poco al pubblico e sono due prodotti adatti a due clientele diverse; ma entrambe le console hanno un chip prodotto da AMD. Ma perché entrambe le aziende hanno scelto proprio AMD? Cercheremo di spiegarvelo in questo post.

Intanto vi ricordiamo che gli attuali processori di PS3 e Xbox 360 sono prodotti da PowerPC; entrambi i chip fornivano delle prestazioni decenti per il tempo di lancio delle due console, ma adesso sono davvero “scarsi” se comparati all’hardware dei computer di oggi.

Al giorno d’oggi le console non sono soltanto una piattaforma di gioco ma anche degli hub di intrattenimento domestico, e perciò ci vuole un processore che esegua app avanzate e sia pronto per il futuro: così è stata esclusa PowerPC.

Allora la scelta poteva ricadere su ARM, MIPS o X86 (AMD, Intel). Sia Sony che Microsoft credevano che MIPS non avesse le risorse necessarie per affrontare una produzione così grande e perciò l’hanno esclusa; così la scelta si era ridotta a ARM o X86.

Effettuando dei test ci si è accorti che ARM non aveva attualmente la potenza necessaria per eseguire tante attività pesanti allo stesso tempo. Anche se di sicuro ARM ci sarebbe potuta arrivare ma non abbastanza in tempo per l’imminente lancio delle console.

Così la scelta è ricaduta sull’architettura X86 montata su un SOC, cioè un unico chip, che include: processore, GPU, video e audio processing, memoria e I/O. Usando una SOC si consuma meno energia, viene disperso meno calore e il tutto occupa meno spazio rispetto ai chip separati.

Quindi la scelta è caduta su AMD, azienda in grado di costruire prodotti di altissima tecnologia e con grande precisione. Tra l’altro AMD è stata la prima a costruire una SOC X86 quad-core, quindi non sarà stato troppo difficile ricrearla per otto core.

fonte | Forbes

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS