Xoopar Boy: il “ragazzo” ideale per il vostro smartphone

2043
0
CONDIVIDI

Diciamocela tutta: oggi praticamente tutti noi viviamo in stretta relazione con il nostro smartphone. Lo abbiamo praticamente sempre con noi, e se per la scelta dello stesso per vari motivi c’è chi preferisce un iPhone, chi un dispositivo Android o chi uno Windows Phone, la maggior parte delle volte avremo comunque almeno un problema con tutti i modelli: LA BATTERIA.

Ed è infatti proprio la batteria, il campo su cui tutti i produttori non sono riusciti a tirar fuori il coniglio dal cilindro, nonostante la continua ricerca.

A questo punto, paradossalmente la batteria potrebbe diventare l’elemento da tenere più in considerazione durante la scelta di uno smartphone.

Ho detto potrebbe non a caso, dato che oggi vogliamo proporvi una soluzione: il suo nome è Xoopar Boy, e noi di TechGenius grazie alla gentile collaborazione con Blindbarber, siamo riusciti a provarlo per qualche giorno e siamo pronti a darvi una valutazione.

In giro si trovano molte batterie esterne, questo è vero, ma personalmente una che unisca una discreta dose di potenza ad un design che fa della unicità e stravaganza il suo punto di forza non mi era mai capitata.

xoopar boy

Questa batteria esterna di Xoopar, chiamata BOY per il design a forma di ragazzo, ha all’interno di testa e pancia ben 4000mAh. Ed è proprio sulla pancia del ragazzetto in stile South Park che troviamo l’unico bottone retroilluminato presente su tutto il dispositivo; tramite una breve pressione di quest’ultimo, possiamo infatti iniziare l’erogazione della potenza al dispositivo da caricare.

Il pulsante con il simbolo di un fulmine si illumina in tre colori. Il primo è viola ed indica che Xoopar Boy ha la sua carica oltre il 90%, il secondo è blu ed indica una carica approssimativa di oltre il 50%, e l’ultima è rossa ed indica che lo Xoopar ha una carica superiore al 10%. Quando lo Xoopar sta per scaricasi e quindi ha una carica inferiore al 10%, il led di stato inizia a lampeggiare di rosso, e segnala quindi la necessità di essere ricaricato.

xoopar boy

Oltre al design e alle funzioni, troviamo due ottimizzazioni a livello elettronico che garantiscono un’alta resa di questo Boy. Se, in effetti, premiamo inavvertitamente il pulsante dello Xoopar mentre lo abbiamo in tasca o in borsa (magari nel bellissimo sacchetto fornito insieme al prodotto) e la batteria non rileva dispositivi connessi, nell’arco di 30 secondi si disattiva autonomamente. Stessa cosa fa, se il nostro smartphone o tablet è ormai carico: lo Xoopar infatti, disattiva l’erogazione di potenza, per preservare la batteria rimanente.

Passando alle caratteristiche tecniche, al contrario della maggior parte dei prodotti della concorrenza, Xoopar Boy ha un’uscita USB che raggiunge la potenza di 1A, cosa che gli permette di ricaricare senza problemi, anche dispositivi come iPad o tablet in generale, che di solito, invece, non sono visti di buon occhio da queste batterie esterne.

Per quanto riguarda la ricarica dello Xoopar Boy, questa avviene mediante la porta Micro-USB posta ai piedi (nel senso letterale) del dispositivo. Il tempo necessario alla ricarica dello Xoopar varia dalle circa 5 ore se connesso ad un alimentatore di rete, alle circa 10 se connesso ad un Mac o PC.

xoopar boy

Per finire, nella prova sul campo, i test da me condotti, confermano senz’altro la veridicità della capacità di 4000 mAh dichiarati. La batteria è riuscita infatti a caricare tranquillamente ben due volte e mezzo la batteria da 1440 mAh presente nel mio iPhone 5, anche grazie alle ottimizzazioni elettroniche di cui sopra. Oltre ad iPhone 5, ho testato lo Xoopar Boy con HTC One che ha una batteria più grande di iPhone 5 (1800 mAh). Anche con questo dispositivo, lo Xoopar Boy ha caricato ben due volte da 0 la batteria.

Passando invece ad iPad, lo Xoopar è solo riuscito a rallentare lo spegnimento di questo dispositivo, ma ricordiamo sempre che l’iPad (io ne ho uno di terza generazione), ha una batteria (nel mio modello) da ben 11,560 mAh, che è quindi impossibile da ricaricare in mobilità se non con batteria molto più potenti e comunque ingombranti.

xoopar boy

Riassumendo, se siete alla ricerca di una batteria esterna che unisca la potenza di 4000 mAh ad un design davvero singolare, lo Xoopar Boy farà sicuramente al vostro caso; non va infatti sottovalutata la portabilità di questo oggettino che può essere messo comodamente in borsa o marsupio con il suo irrisorio peso di 120 grammi.

Potete trovare il link per l’acquisto sul sito di BlindBarber (distributore italiano del prodotto), ad un prezzo al pubblico di 40€. Se avete domande su distribuzione o prodotti vi invito anche a visitare la pagina Facebook di Xoopar Italy gestita da BlindBarber, dove troverete, inoltre, molte foto sui prodotti venduti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS