Eye contact in calo: colpa di smartphone e tablet

57
0
CONDIVIDI

Per colpa di smartphone e tablet non ci guardiamo più negli occhi. Il Wall Street Journal ci dice che il cosiddetto eye contact è ormai in via d’estinzione, passando dal necessario 60-70% (al fine di creare una connessione emotiva tra due persone) all’attuale 30-60%.

Dalla ricerca è emerso che uno dei maggiori ostacoli per un eye contact duraturo è rappresentato indubbiamente da gadget come smartphone e tablet.

Nella fascia di età tra i venti e i trent’anni, è diventato culturalmente accettabile parlare al telefono e controllare i risultati di una partita durante la cena

Una persona controlla in media il proprio telefono almeno 150 volte al giorno. Ed escludendo otto ore di sonno, le occhiate allo smartphone diventano una ogni 6 minuti. Inoltre, si sbircia il cellulare in attesa di un messaggino circa 23 volte al giorno, si ascolta la segreteria circa 22 volte e si controlla l’ora 15 volte, il tutto in un giorno solo.

fonte | Yahoo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS