Ghost: il progetto Kickstarter che potrebbe re-inventare i blog

2420
3
CONDIVIDI

Ghost è una nuova piattaforma di blogging open source che spera di poter mettere presto i bastoni fra le ruote a WordPress, Tumblr, Joomla e compagnia cantante. Arrivato sul web un mese fa grazie a Kickstarter, questo nuovo progetto era alla ricerca di fondi. Si dovevano raggiungere i 25.000 dollari ma ad oggi, Ghost ha raccolto ben 226.000 dollari.

Ma cosa rende così particolare questo progetto? Innanzitutto è supervisionato da John O’Nolan. Lui, fondatore del progetto Ghost, e già conosciuto per aver collaboratore con WordPress. Quest’uomo è una vera e propria garanzia quando si parla di blog, infatti sotto i suoi consigli WordPress è passato da piattaforma di poco valore a motore che alimenta oltre il 18% del web.

Ghost articoli

Inizialmente Ghost doveva basarsi su WordPress, per sfruttare la miriade di temi, plugin e quant’altro. Con il passare del tempo si è capito però che ciò non era possibile. Ecco allora l’evolversi di Ghost, che attualmente è l’unico servizio di blog a funzionare al di fuori di Javascript. Tuttavia, O’Nolan è convinto che gli sviluppatori troveranno poche difficoltà ad adattare i propri temi e plugin per Ghost, tanto che WooThemes e Envanto (due colossi in tale settore) si stanno già muovendo in tal senso.

Ghost Dashboard

O’Nolan fornirà anche un servizio di hosting a coloro sceglieranno Ghost. Egli afferma:

Ghost è non-profit. Faremo soldi attraverso il nostro servizio di hosting premium, ma useremo il 100% di questo denaro per rendere Ghost ancora migliore e per pagare la gente che lavorerà su di esso. Non distribuire gli utili agli azionisti, perché non ci sarà alcun azionista.

Cosa offrirà Ghost di innovativo rispetto a WordPress?

Ghost anteprima tempo reale

Se date uno sguardo al filmato qui sotto vi renderete conto che le differenze tra WordPress e Ghost ci sono, e sono fondamentali a mio avviso. Da sempre scrivo sul web utilizzando WordPress e fin dal primo giorno mi ero reso conto che mancava qualcosa. Guardando Ghost ho finalmente scoperto cosa manca in WordPress: un’anteprima articolo in tempo reale. Immaginate di poter scrivere un articolo e di poter avere di fianco a voi l’anteprima su web di quello stesso articolo, aggiornata in tempo reale.

Ma non solo: Ghost può vantare anche una dashboard nettamente più social e una compatibilità con i dispositivi mobili che WordPress non si sogna nemmeno lontanamente di offrire.

Ovviamente vi aggiorneremo non appena avremo maggiori informazioni su Ghost. Ci vorranno almeno 1 o 2 anni di rodaggio prima di poterlo vedere realmente come competitor, soprattutto visto i plugin e i temi che mancano all’appello, e che sono ancora da sviluppare.

Ghost mobile

fonte | Mashable

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Non so perché ma credo che sarà uno di quei cms che avranno un effetto bolla… :) E’ vero che a wordpress mancano le anteprime del posting in tempo reale, ma ciò non toglie che gli sviluppatori possano arrivare ad aggiungerle.

    Bisognerà aspettare il lancio, e sopratutto la risposta del pubblico! :)

    • Dipende da come gestiranno la cosa. Se non ci fosse stato John O’Nolan dietro Ghost neanche avrei preso in considerazione l’idea di scrivere questo articolo.

      • Sostanzialmente, concordo! :)
        e come dicevo, bisognerà vedere che risposta avrà più di quanto riescono a guadagnare ora in fondi! :)