Cina: le console da gioco, ora vietate, potrebbero essere riammesse

720
0
CONDIVIDI

Mentre voi passate ore ed ore a divertirvi con Call Of Duty o FIFA 2013, ritenendo il gioco la cosa più naturale del mondo, dovete sapere che in Cina, dal 2000, le console da gioco sono vietate dalla legge. Il governo le ha infatti messe al bando per l’influenza dei giochi sullo sviluppo mentale e fisico dei giovani. Tuttavia, dopo più di 12 anni, il governo cinese riprende in mano tale legge promettendo possibili modifiche, almeno secondo quanto riporta il China Daily.

La fonte che ha rivelato ciò ha dichiarato:

Stiamo rivedendo la legge e abbiamo condotto alcune indagini e tenuto colloqui con altri ministeri sulla possibilità di aprire il mercato delle console da gioco. Tuttavia, dal momento che il divieto è stato emesso da sette ministeri più di dieci anni fa, avremo bisogno dell’approvazione di tutte le parti per modificarlo.

Queste dichiarazioni sono come musica per i grandi produttori di console da gioco e per annesse industrie del videogaming. Infatti, con l’imminente rilascio delle console next-gen e con la prospettiva di poterle mettere in vendita nel paese più popolato al mondo, saranno molti i quattrini pronti a girare in questo mercato.

fonte | TheNextWeb

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS