Apple ha un problema di pornografia, e potrebbe avere la peggio

756
0
CONDIVIDI

Domenica scorsa molte agenzie di stampa hanno dichiarato come la pornografia sia facilmente accessibile grazie alla nuova applicazione di video sharing Vine, accendendo un vero e proprio dibattito. Nick Bilton del New York Times afferma che per cercare del materiale pornografico in Twitter basta un semplice hastag come #porno. La verità e che non solo Vine ha problemi con questi contenuti, infatti c’è di mezzo anche Apple, visto che il suo store non permette l’ingresso di applicazioni con un certo tipo di contenuti. Vine è solo un esempio.

L’applicazione, appartenente a Twitter, è stata lanciata settimana scorsa con molto clamore, sopratutto grazie alle sue ingegnose funzioni di editing, che consentono agli utenti di interrompere e avviare una registrazione video. Vine è nota anche come una delle partenze di Twitter per delle attività principali nel social network.

Recentemente Apple ha tolto la popolare applicazione 500px perché sono state scovate delle immagini con materiale pornografico, e potrebbe succedere la stessa cosa a Twitter con Vine.

fonte | The Verge

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS