Google, Microsoft, Yahoo e Facebook chiedono mandati per inviare contenuti agli enti governativi

848
0
CONDIVIDI

Google, Microsoft, Yahoo e Facebook affermano di aver bisogno dei mandati dalla polizia per poter fornire i contenuti di e-mail e messaggi agli enti governativi. Questa richiesta non è prevista dalla legge degli Stati Uniti, anche perché si basa ancora sulla Privacy Act (ECPA). Mentre si attende l’aggiornamento della ECPA, le quattro società hanno deciso di intraprendere questa strada prima di fornire il contenuto dei messaggi agli enti. Questo argomento è molto delicato e discusso negli Stati Uniti, pensate che Google riceve il 68% delle richieste dagli enti governativi, quindi un numero considerevole. Parlando ad Ars Technica, il portavoce di Google, Chris Gaither, disse: “Se vengono per le informazioni di registrazione, questa è una cosa, ma se chiedono i contenuti delle e-mail, questa è un’altra cosa.”

Inoltre, Google non è autorizzato a fornire un quadro completo dei dati che fornisce quando le richieste provengono da tribunali FISA o dal Patriot Act. Il senatore Leahy, presidente della Commissione del Senato Giudiziario, ha promesso un update delle regole scritte nell’ECPA il prima possibile.

fonte | theverge

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS