Micro Focus acquista le linee di prodotto Orbix, Artix e Orbacus per 15 milioni di dollari

547
0
CONDIVIDI

Micro Focus International ha annunciato di aver raggiunto un accordo con Progress Software Corporation (“Progress”) per l’acquisizione della proprietà intellettuale e di altri asset, tra cui le passività di bilancio, delle sue linee di prodotti software Orbix, Orbacus e Artix. Il valore dell’acquisizione è di 15 milioni di dollari. Micro Focus, che utilizzerà le proprie linee di credito per il pagamento, ha dichiarato che l’operazione, soggetta ad alcune condizioni legate principalmente al trasferimento del personale e ad alcuni vincoli contrattuali, si concluderà presumibilmente entro il 21 Gennaio.

Queste linee di prodotto, originariamente integrate da Progress dopo l’acquisizione di IONA Technologies, sono complementari alla gamma di prodotti Visibroker di Micro Focus e saranno conservate, sviluppate e supportate anche in futuro. Questi prodotti si rivolgono a circa 200 organizzazioni – tipicamente multinazionali che operano nel settore delle telecomunicazioni, dei servizi finanziari e governativi – che sono nella base clienti di Micro Focus.

Orbix e Visibroker supportano le aziende nella condivisione, su diverse applicazioni, delle informazioni in modo sicuro ed efficiente, e vengono utilizzate all’interno di grandi network di tipo  “mission critical”. Rispetto agli standard di Common Object Request Broker Architecture (“CORBA”), esse rappresentano un’implementazione e costituiscono una soluzione di integrazione multi-protocollo e multi-piattaforma in grado di ridurre il gap esistente tra i differenti sistemi operativi e i diversi linguaggi. Orbacus è un’implementazione di CORBA 2.6 che consente il rapido sviluppo ed il supporto delle applicazioni che hanno l’esigenza di funzionare utilizzando ridotti spazi di memoria.

Artix è un extensible Enterprise Service Bus (“ESB”) per il deployment, la gestione e la sicurezza di una SOA (Service-Oriented Architecture). L’acquisizione di Artix conferma l’impegno di Micro Focus nel supportare i propri clienti con nuove soluzioni in grado di affrontare le nuove sfide delle applicazioni mobile, virtuali e Cloud.

Lo staff attualmente impegnato su questi tre prodotti, costituito da venti persone, entrerà a far parte di Micro Focus, che intende rafforzare ulteriormente il team assumendo dieci dipendenti da impiegare sulle nuove attività.

Al 31 Agosto 2012 il valore lordo dell’acquisizione ammontava a circa 6 milioni di dollari; Micro Focus ha anticipato che, a causa dei tempi necessari al completamento dell’operazione, potrebbe determinarsi un deflusso del capitale circolante entro il 30 Aprile 2013 e che questo potrebbe avere un impatto sul tasso di conversione dell’anno corrente. Dopo questa data, in ogni caso, Micro Focus prevede che le nuove linee di prodotto generino un significativo cash flow. Progress non ha reso noti, nel tempo, i risultati finanziari di Orbix, Orbacus e Artix ma, sulla base delle informazioni al 31 Agosto 2012, essi ammontano a 28 milioni di dollari, di cui 8 milioni da licenze e 20 milioni da assistenza. Una parte significativa di questi ricavi deriva da contratti “singoli”. Le linee di prodotto hanno contribuito ai profitti, prima della tassazione, per 9 milioni di dollari durante l’anno fiscale concluso il 31 Agosto 2012.

Micro Focus stima che l’acquisizione contribuirà per almeno 4 milioni di dollari ai ricavi entro il 30 Aprile e per 14 milioni di dollari nell’anno successivo, dopo l’integrazione con Visibroker. La stima del margine EBITDA dopo l’acquisizione, per l’anno fiscale con inizio Maggio 2013, è del 44,5% – in linea con il livello standard di ricavi del gruppo. Micro Focus, integrando le linee di prodotto Orbix, Orbacus e Artix, consoliderà la propria posizione come fornitore di software CORBA. Questa acquisizione è in linea con i rigidi parametri stabiliti da Micro Focus in materia di acquisizioni e prevede un incremento delle entrate, sia per l’anno corrente sia per quelli futuri.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS