Ubuntu: queste le novità della nuova versione, mobile inclusa

1704
0
CONDIVIDI

Terminato il countdown ecco che Mark Shuttleworth, fondatore di Ubuntu, ci spiega quelle che sono le novità della nuova versione del sistema operativo Open Source per eccellenza. Per prima cosa parliamo delle novità su PC. Su Ubuntu 12 troviamo un nuovo sistema di notifiche che finalmente si integra con web-app come Facebook, Twitter e molte altre ancora. Questo è sicuramente utile per chi fa largo uso dei social network. E’ stata migliorata anche l’esperienza di ricerca, che ora racchiude tutti i contenuti sotto un’unica finestra, che consente di lanciare app in pochi secondi.

La vera novità del nuovo Ubuntu è però l’input touch, che permette di utilizzare tale sistema operativo su altre piattaforme, come tablet, TV e smartphone. Per quest’ultima categoria è stata realizzata una versione apposita, con tante funzionalità innovative, come una lockscreen (chiamata welcomescreen) edge-to-edge che permette di avere accesso sia ad info importanti, come nuovi SMS, tweet, ecc, che alle nostre app preferite, nascoste sulla sinistra. Innovativa anche la parte interna del sistema, completamente a tutto schermo con una navigazione via swipe che da accesso a tutti i contenuti (racchiusi in pagine) in modo “diverso” da come siamo abituati con i vari iOS, Android e compagnia cantante. E’ diverso anche il modo di concepire la menù bar, che all’apparenza può sembrare simile a quella presente su Android ma che presenta funzionalità nascoste, come il passaggio da un’info all’altra tramite swipe.

Non poteva mancare poi il servizio cloud, chiamato Ubuntu One. Anche per questo cloud services troviamo la possibilità di salvare sulla nuvola qualsiasi contenuto: immagini, musica, file e molto altro.

Al prossimo CES 2013 verrà messo in mostra tale nuovo sistema operativo e sicuramente ne vedremo delle belle. Il team Ubuntu ha fatto veramente un ottimo lavoro, soprattutto su mobile. Complimenti.

Per vedere con i vostri occhi il nuovo Ubuntu all’opera date uno sguardo al filmato che trovate qui sotto:

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS