Carbone, entro 10 anni prima fonte mondiale d’energia

34
0
CONDIVIDI

 

Entro una decina d’anni, non di più, il carbone potrebbe strappare all’imperante petrolio il primato di fonte energetica mondiale.

Chi c’è dietro la nefasta dinamica? La Cina, in primo luogo. Ma anche l’India. Sterminate potenze energivore, da anni protagoniste di una roboante crescita economica che non sembra conoscere crisi, dove ancora buona parte dell’apparato industriale lavora a carbone. A lanciare l’allarme – perché di certo non è una buona notizia per gli equilibri ambientali – è stata la direttrice esecutiva dell’ Agenzia internazionale dell’energia (Iea), Maria van der Hoeven.

I dati di partenza, d’altronde, parlano chiaro: già oggi il carbone rappresenta il 28% dell’energia consumata in tutto il pianeta ed è la prima fonte d’elettricità. Qual è dunque l’alternativa, in fiduciosa attesa del definitivo decollo delle rinnovabili? Il gas naturale.

L’esperienza statunitense suggerisce che un mercato del gas più efficiente, caratterizzato da prezzi flessibili e rifornito da risorse non convenzionali prodotte in patria in maniera sostenibile, può ridurre l’uso di carbone, le emissioni di anidride carbonica e le bollette dei consumatori senza mettere in pericolo la sicurezza energetica. Europa, Cina e altri paesi dovrebbero prendere nota

ha chiuso la Van der Hoeven.

fonte | Wired

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS