Google ritrova la sua vena artistica con iOS

947
0
CONDIVIDI

Quando Android venne presentato per la prima volta, in molti rimasero affascinati dalla grafica e dai particolari così “diversi” di questo sistema operativo mobile. L’azienda di Mountain View si impegnò molto per realizzare uno strumento comunque efficace, funzionale e bello da vedere. Lo stesso fece con diversi servizi web da loro offerti, ottimizzati per essere perfettamente fruibili da tablet e smartphone.

Durante questi ultimi 4 anni, Google non si è mai dimenticata degli utenti iOS, visto che ha sempre rilasciato applicazioni in App Store per permettere ai possessori di iPhone, iPod touch e iPad di utilizzare servizi come Google Search o Google Translate. Adesso però Google ha capito quanto siano importanti tali utenti, ovvero tutti coloro si affidano a prodotti Apple per accedere a loro servizi. Per questo adesso le applicazioni “made in Google” presenti in App Store sono 25, più di quelle offerte dalla stessa Apple.

Ciò che più conta però è l’approccio che Google sta avendo verso tali app. Tutto è cominciato con il rilascio di un ottimo update per l’app ufficiale Google+, che ha trasformato un’app a dir poco inutile in una fantastica applicazione dedicata ad un social network ancora acerbo, che anche grazie a quest’app ha saputo riscuotere un discreto successo. L’app Google+ per iOS può essere presa come vero e proprio punto di riferimento, visto che recentemente è stata di nuovo aggiornata con una UI ancora nuova e sorprendentemente migliore della precedente.

Dopo Google+ troviamo altre ottime applicazioni di Google in App Store, arrivate o aggiornate in queste ultime settimane. Troviamo YouTube, Gmail, Google Chrome, Google Search, YouTube Capture e, naturalmente, Google Maps. Quest’ultima applicazioni viene definita dagli stessi dirigenti Google migliore della versione attualmente disponibile per utenti Android, almeno sotto il punto di vista grafico.

Nell’immagine qui sotto potete dare uno sguardo ad una “vecchia” applicazione per iOS di Google messa di fianco ad una più nuova app, sempre sviluppata dalla società di Mountain View. La prima cosa che si nota è la risoluzione, infatti l’app di sinistra, Google Translate, ancora oggi non è stata aggiornata per supportare il Retina Display da 4 pollici del nuovo iPhone 5. Altra caratteristica che salta subito all’occhio è la presenza della barra in basso, che nell’app di destra (di nuova concezione) scompare fino a quando non si decidere di scorrere verso l’alto, questo per lasciare maggiore spazio ai contenuti.

Jason Cornwell, lead designer del progetto Gmail per iOS, ha parlato con TheNextWeb affermando come la società per cui lavora stesse cercando di realizzare app per iOS davvero valide, con grafiche particolari che però rispecchiassero quello che era lo stile di Google.

Il lavoro svolto dal team Google è stato davvero eccezionale. Ogni particolare grafico è stato curato alla perfezione e sappiamo bene quanto questa cura maniacale per i dettagli piaccia agli utenti iOS. Le nuove app di Google stanno riscuotendo un notevole successo in App Store e questo non può che far piacere all’azienda di Mountain View, visto che sempre più utenti utilizzano quotidianamente i suoi servizi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS