Tifosi Zenit: no ai calciatori di colore e gay in squadra

81
1
CONDIVIDI

I tifosi dello Zenit San Pietroburgo, club calcistico Russo, affermano a gran voce il loro disappunto sulla presenza di giocatori di colore o gay in squadra. Per ribadire la loro posizione, hanno anche rilasciato un comunicato ufficiale che recita:

Non siamo razzisti. Per noi, l’assenza di giocatori di colore nello Zenit è una tradizione importante che evidenzia l’identità della società e nulla più. Per quale motivo l’Athletic Bilbao che schiera solo calciatori baschi è ammirato mentre il nostro club e i suoi tifosi sono accusati di razzismo? Noi, in quanto società settentrionale di un’importante città europea, non abbiamo nessun legame con la mentalità africana, sudamericana o australiana.

I tifosi che hanno reso noto tale comunicato fanno parte del gruppo Landskrona, la frangia più estrema della curva. La società ovviamente si dissocia.

fonte | tgcom

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • fragndunweu

    Invece è proprio razzismo! Allora se il loro ragionamento è valido allo Zenit dovrebbero esserci solo calciatori nati a San Pietroburgo quindi fuori tutti gli svedesi,italiani, spagnoli ecc. troppo comodo altrimenti fare un ragionamento del genere per togliersi dall’immagine razzista. Ma passi questa cazzata. E i gay che c’entrano? Allora razzisti lo siete perchè non vedo altri motivi per discriminare i gay se non quello di una mente retrograda come quella dei tifosi di questa “fortissima” squadra russa. Questi sporcano il buon nome del tifoso!