Julie Larson-Green parla di Windows 8, e di Steven Sinofsky

923
0
CONDIVIDI

In un’intervista con MIT Technology Review, il nuovo capo di Windows, Julie Larson-Green, ha condiviso alcune riflessioni su Windows 8 dopo essere entrata in possessore del ruolo che fino a pochi giorni fa era di Sinofsky. Larson-Green rivela che ha visto per la prima volta un iPad dopo che sono stati iniziati i lavori per Windows 8. Rimase estasiata dall’approccio messo a disposizione dal tablet Apple, anche se molte delle cose che vedeva in esecuzione su tale dispositivo erano simili a quelle che avevano loro in mente.

Larson-Green spiega che Windows 8 è nettamente differente dai suoi predecessori, quindi i consumatori che lo acquistano hanno bisogno dai 2 giorni alle 2 settimane per abituarsi alla nuova interfaccia metro. La maggior parte dei PC in futuro avrà il supporto touch, afferma. Si potrà continuare ad utilizzare il mouse e la tastiera, ma anche su desktop ci renderemo conto che sarà più veloce utilizzare il dito piuttosto che il mouse e la tastiera.

Per quanto riguarda Steven Sinofsky, dirigente Microsoft che ha da poco abbandonato il suo ruolo, Larson-Green elogia il suo “cervello incredibile” e le sue doti di leadership. Ci tiene a sottolineare però che non è la singola persona che innova, ma un intero team. Ora che Sinofsky ha abbandonato il suo ruolo, il team Windows non ha rallentato la sua marcia, nonostante l’uscita di Windows 8. Ci sono nuove tecnologie da sviluppare, dice.

fonte | The Verge

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS