La bufala del panda in business class

793
0
CONDIVIDI

Una foto di un panda seduto in aereo ha fatto il giro del mondo via Internet. Prima di rivelarsi per quello che è, uno scherzo, ha ingannato centinaia di siti.

Sarà perché sono una specie in estinzione che ora i panda viaggiano in aereo in business class e non più nella stiva? Così ha tentato di far credere la più recente bufala del web, che mostra la foto di un cucciolo di panda (Squee Squee) e del suo accompagnatore (Fu Jiang Lang) seduti fianco a fianco in aereo. Destinazione: uno zoo negli Stati Uniti.

A dare la notizia è stato una sorta di comunicato stampa delle China Airlines che sostiene economicamente il Santuario di Cheng Du, la riserva dei panda giganti. Secondo il comunicato stampa, non verificato da molti siti, la compagnia aerea proprio per questo avrebbe acconsentito alla richiesta dei veterinari di non far volare il panda nella stiva perché lì sarebbe stato difficile potergli dare le cure necessarie.

La notizia si è diffusa su web, ma un pò più di senso critico e maggiore attenzione alla parte finale del finto comunicato, non avrebbe guastato. E soprattutto avrebbe smascherato lo scherzo. Il comunicato, infatti, in un crescendo di assurdità recitava nell’ordine

per questioni d’igiene Squee Squee ha indossato un pannolino di plastica per i bisogni durante il volo; il piccolo panda non ha potuto vedere il film “perché non siamo riusciti a trovare delle cuffie della sua misura; Squee Squee ha ordinato un menu a base di bamboo, compresa la bamboo mousse come dessert

fonte | focus

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS