21 dicembre: cerimoniere Maya dice “nessuna fine del mondo”

91
0
CONDIVIDI

Mettetevi l’anima in pace, il 21 dicembre non ci sarà nessuna fine del mondo. A dirlo non siamo certo noi, ma un cerimoniere Maya che vive insieme ad altri sacerdoti in Città del Messico. La popolazione Maya in Messico, costituita da circa 800mila persone, aspetta con ansia l’inizio di una nuova epoca Baktun migliore di quella attuale, iniziata nel lontano 1618. Infatti, i Maya misuravano il tempo in Baktun, ovvero cicli di 400 anni. Il 21 dicembre non sarebbe altro che la fine del 13esimo Backtun, con conseguente inizio del 14esimo.

Saul Martin Ancona, segretario del Turismo dello Yucatan, ha dichiarato:

Questa non è davvero la fine del mondo. Le profezie Maya sono state commercializzate, per noi questo è un momento per stare insieme e riscoprire la cultura Maya.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS