Con Octopus2s sarà più facile inserire le TV nelle automobili

791
0
CONDIVIDI

DiBcom, business unit di Parrot e fornitore di soluzioni per le TV e Radio digitali, annuncia la disponibilità di Octopus2s, un nuovo circuito dedicato alle unità poggiatesta che darà il via a una nuova era dell’integrazione di Mobile TV e Radio Digitali all’interno dei veicoli. Prima dell’arrivo di Octopus2s, la TV digitale veniva proposta ai produttori di automobili come un Tuner Box posizionato nel baule e che inviava segnali audio/video in formato analogico o ottico ai passeggeri dei sedili posteriori o al conducente non impegnato alla guida. Una soluzione piuttosto cara e, per questo motivo, presente nella maggior parte dei casi solo su automobili di lusso a un prezzo elevato.

La presenza delle TV nelle automobili ha superato la quota del 90% in Paesi asiatici come Giappone e Corea, Taiwan e Cina. Una situazione che ha consentito ai produttori di auto – particolarmente presenti in questa zona del mondo, soprattutto nel mercato cinese che in questo ambito cresce annualmente di oltre il 30% – di proporre la TV come accessorio standard sui poggiatesta. L’idea di base consiste in una sostanziale semplificazione del cablaggio necessario all’installazione della TV nell’auto e della connessione delle informazioni relative al traffico e ricevute tramite segnali TV terrestri (i successori digitali di TMC in FM) dai software di navigazione dei poggiatesta.

A questo proposito, Octopus2s è un System-On-Chip single die e vantaggioso in termini economici, dai bassi consumi, in grado di offrire input di tipo RF e a voltaggio singolo, output digitali verso i processori video standard presenti nei poggiatesta attualmente sul mercato. Il chip si interfaccia inoltre con altri circuiti Parrot utilizzati nei moduli standard per il settore automotive e offerti ai produttori di automobili e ai Tier 1. Il chip supporta infine tutti i tipi di formati TV digitali esistenti a livello mondiale, come ad esempio ISDB-T one-seg, full-seg, e sb per il Giappone e il Sudamerica; DVB-T per Europa, Africa, Sudest Asiatico e Colombia; radio digitali DAB/DAB+ in Europa; T-DMB in Corea, CMMB e CTTB in Cina; ATSC e ATSC M/H in Nordamerica.

Lo standard TV o Radio è stato programmato nel software del processore radio, che ha subito continui miglioramenti e validazioni nel corso degli ultimi 4 anni in tali regioni. Ciò ha consentito ai produttori di auto di disporre di un’unica soluzione per lo sviluppo in tutto il mondo, diminuendone in questo modo i costi legati all’R&D, ai test e alle certificazioni. I precedenti chip Octopus venivano integrati dai principali produttori di auto tedeschi, giapponesi e cinesi.

Grazie all’associazione con moduli Wi-Fi e di streaming in car, Parrot sta lanciando Octopus2s con un nuovo concept tutto dedicato al mondo dell’auto. L’idea si basa, infatti, sull’offerta di Traffic e Radio per il conducente, mentre i passeggeri dei sedili posteriori ricevono lo streaming TV sui propri tablet e smartphone. Nei prossimi anni, queste novità faranno della TV un accessorio particolarmente attraente agli occhi del mercato dell’automotive, proprio grazie alle maggiori possibilità offerte ai passeggeri.

Yannick Levy, Executive VP della Digital Tuner Business Unit di Parrot, in merito all’Octopus2s ha dichiarato:

Parrot è da sempre un innovatore leader nel mercato dell’automotive e possiamo dirci orgogliosi di offrire una nuova soluzione che diventerà un punto di riferimento per l’infotainment in macchina.

Octopus2s sarà disponibile a ottobre 2012.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS