Nuovo iPhone: qual’è il materiale migliore?

743
0
CONDIVIDI

Negli ultimi giorni abbiamo visto sempre più ricostruzioni e i primi mockup relativi al prossimo iPhone. Quello che tuttavia alcuni di voi potrebbero essersi persa è la notizia di un nuovo prototipo avvistato con il retro completamente realizzato in metallo.

Tutto ciò ha scatenato in me alcune domande relative a quale dei due prototipi – sempre ammesso che si trasformino in prodotti finiti – sarebbe migliore sia in termini di design, sia a livello funzionale.

Partiamo dal prototipo “classico”.

Faccia anteriore in vetro, faccia posteriore in metallo con due bande in vetro disposte orizzontalmente all’estremità superiore e inferiore. L’introduzione di tale design è sicuramente motivata dall’esigenza di mantenere a buoni livelli la connettività – cosa che non sarebbe stata possibile ingabbiando i vari chip all’interno di un guscio metallico – e possibilmente migliorarla rispetto ai suoi predecessori iPhone 4 e iPhone 4S.

Se inoltre ad un primo sguardo potrebbe sembrare un design “buttato là”, al contrario alla lunga le due barre alleggeriscono alla vista il dispositivo rendendolo meno “allungato”.

Analizziamo adesso invece il nuovo prototipo: quello col retro tutto in metallo.

Se da una parte il design metallico integrale conferisce al dispositivo un senso di maggior solidità è continuità, dall’altra fa sorgere seri dubbi sull’efficienza della connettività. Tutto ciò potrebbe essere forse risolto con l’impiego di Liquidmetal, ma non essendo ferrato in materia preferisco non sbilanciarmi. Quello che non celerò alle vostre orecchie invece, è una mia considerazione sul design: se in prima analisi infatti potrebbe apparire ben congegnato, alla lunga finirebbe per diventare qualcosa di già visto in quanto si distinguerebbe solamente per il materiale dal retro di iPhone 4 e iPhone 4S.

Pertanto in definitiva a livello di design mi schiero dalla parte del primo prototipo; mentre qualora il problema della connettività fosse risolto con Liquidmetal, il mio cuore di appassionato tecnologico propenderebbe per il secondo. E voi? Quale preferite?

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS