Fabbriche partner di Samsung violano le normative sul lavoro minorile

436
0
CONDIVIDI

Sono stati trovati sette minorenni con età inferiore ai 16 anni che lavoravano in una fabbrica che producente i lettori DVD per Samsung. L’azienda ha risposto questo lunedì dicendo che verranno esaminate le 250 aziende cinesi che collaborano con essa. Nonostante l’indagine condotta da Samsung, i reuters dicono che non sono stati trovati minori nei laboratori presso l’impianto HEG Electronics in questione. I controlli di Samsung, tuttavia, hanno riportato che in molte fabbriche è presente una gestione inadeguata e delle pratiche potenzialmente pericolose, comprese le misure di sicurezza inadeguate e alcuni straordinari che violano le normative legali.

In un comunicato, Samsung ha “chiesto cortesemente a HEG di migliorare immediatamente le proprie condizioni di lavoro.” Se il partner non soddisfa quello richiesto da Samsung, il contratto verrà immediatamente interrotto. Apple, che ora è la più grande azienda al mondo per capitalizzazione di mercato, si è regolarmente fatta avanti dichiarando che le condizioni delle fabbriche che producono i suoi prodotti non violano le normative. Per anni Apple ha condotto una relazione annuale in cui annotava dettagliatamente come venivano svolti i lavori nelle fabbriche Foxconn. All’inizio di quest’anno, di fronte a crescenti critiche, Apple ha inoltre permesso a organizzazioni di terze parti, come la Fair Labor Association, di effettuare controlli per proprio conto. Apple è la prima società tecnologica che collabora con la FLA.

fonte | AppleInsider

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS