Huawei condurrà il progetto LTE a 800 MHz in Italia

625
0
CONDIVIDI

Grazie alle tecnologie e alle competenze in campo LTE, Huawei ha ottenuto il permesso di effettuare i test di affidabilità delle reti LTE a 800 MHz in Italia che verranno coordinate dal Ministero dello Sviluppo Economico, Dipartimento per le Comunicazioni. Il progetto avrà la durata di un mese e si svolgerà presso il Centro Nazionale Controllo Emissioni Radio Elettriche di Roma.

I dati sperimentali acquisiti nel corso del trial supporteranno gli studi teorici relativi all’impatto elettromagnetico della banda a 800 MHz, e consentiranno di verificare la risposta dei servizi e delle tecnologie attualmente in uso rispetto alla implementazione della rete di quarta generazione su scala nazionale. Grazie all’LTE sarà possibile introdurre la rete 4G in Italia, prevista a partire intorno all’inizio del 2013.

Huawei è stato il primo fornitore a lanciare un trial LTE in Italia nel 2009 e la prima rete commerciale in Europa alla fine dello stesso anno, appunto per questo il progetto è stato affidato allo società italiana.  A Marzo 2012 le reti commerciali dichiarate dalla Global Mobile Suppliers Association nel mondo sono 57 di cui ben 28 sono basate su tecnologia Huawei. “La tecnologia LTE può senza dubbio giocare un ruolo importante nel processo di innovazione digitale e favorire il rilancio economico del Paese”, ha detto George Zhao, Managing Director di Huawei.

Attualmente, 285 operatori in 93 nazioni stanno investendo sull’LTE.

fonte | Huawei

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS