La class-action contro Apple e il caso “Antennagate” si conclude

402
0
CONDIVIDI

Quando scoppio il caso “Antennagate“, l’intero mondo tecnologico si scagliò contro Apple, accusandola di aver realizzato e commercializzato un telefono con problemi seri e gravi alla parte telefonica. Alcuni utenti americani, infastiditi da questo grave problema, effettuarono una class-action contro Apple, che si è risolta proprio in questi giorni.

Apple sarà costretta ad emettere un assegno di 15$, o regalare un Bumper, ad ogni americano che ha acquistato un iPhone 4.

Apple ha nascosto informazioni importanti, nel marketing pubblicitario, nella vendita e nella manutenzione del suo iPhone 4, in particolare per quanto riguarda la qualità del l’antenna del telefono cellulare, la ricezione e relativo software.

L’insediamento ha un proprio sito Web, www.iPhone4Settlement.com, che aprirà nelle prossime settimane (il sito non va da nessuna parte in questo momento). Lì, i clienti saranno in grado di ottenere informazioni sul regolamento e su come presentare un reclamo. Come parte dell’accordo, l’e-mail sarà inviata dalla stessa Apple entro il 30 aprile 2012. Il periodo dei reclami è quindi aperto per 120 giorni.

fonte | 9to5mac

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS