iAd: Apple taglia i costi e aumenta i profitti per gli sviluppatori

552
0
CONDIVIDI

Per la terza volta, Apple taglia i costi per gli inserzionisti che vogliono pubblicizzare il loro prodotto o servizio utilizzando iAd, il rivoluzionario modo di fare pubblicità sui dispositivi mobili con iOS. La concorrenza sempre più agguerrita di Google, e l’ottimo lavoro svolto dalle altre aziende che fanno pubblicità mobile, hanno spinto la società californiana ad abbassare i costi portandoli da 1 milione ad appena 100.000 dollari.

Non solo: Apple ha anche aumentato i ricavi per gli sviluppatori che ora potranno percepire il 70% piuttosto che l’iniziale 60%. Niente male direi.

Purtroppo Apple è stata costretta ad effettuare queste modifiche poiché la sua quota nel mercato pubblicitario mobile è scesa nel 2011 passando dal 19% (del 2010) al 15%. Google invece ha aumentato vertiginosamente la sua quota passando dal 19% del 2010 al 24% del 2011. Ma ovviamente Google ha il vantaggio di poter inserire i suoi Adsense in qualsiasi applicativo o pagina internet, visualizzandole sia su iOS che su Android, mentre iAd di Apple funziona solo sui device “made in Cupertino”.

fonte | ipodnn

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS